"RIVOLUZIONARE IL MODO IN CUI
CONSUMIAMO LA MODA"

MISSION

La nostra missione è quella di garantirti la sicurezza necessaria per affrontare la frenesia della vita moderna e di sentirti bene indossando gli abiti e i marchi più trendy senza doverli necessariamente acquistare, limitando così lo spreco legato alla filiera produttiva nel fashion. Vogliamo che le donne siano pronte ad inseguire i propri sogni diventando imprenditrici, dando e ricevendo consigli di moda e di styling all’interno della nostra community.

VISION

Circleglam è più di una semplice piattaforma Fashion di noleggio. Il nostro obiettivo è Re-inventare il sistema di condivisione, puntando all’empowerment femminile, al sostegno reciproco e alla tutela dell’ambiente, riducendo l’impatto che il fast fashion sta avendo sul nostro pianeta. Siamo una Community consapevole, un Eco-sistema Fashion che fa bene alle donne ed all’ambiente.

FOUNDERS

AHMED YOUSSEF

KALED YOUSSEF

ALMUDENA AGUSTIN

LA NOSTRA STORIA

Quando 8 anni fa ho deciso di prendere quel biglietto Milano – Londra tutto mi sarei aspettato, tranne che un giorno avrei chiamato questa città casa. E’ stato un colpo di fulmine, sono stato rapito dalla sua frenesia,  dalle sue contraddizioni, dal suo caos e da tutta la sua bellezza. Ciò che ho amato sin da subito è stato apprendere come questo posto avesse spazio per accogliere chiunque. Se penso a Londra, infatti, la prima parola che mi viene in mente è LIBERTA’, libertà di vivere come più ti piace, senza subire il giudizio degli altri.

Con il tempo poi, mi sono inevitabilmente appassionato alla moda. Londra si sa, è da sempre stata avanguardista in termini di nuove tendenze ed è anche la città in cui il fino ad allora sottovalutato “Vintage”, diventa invece un vero e proprio stile di vita. Passeggiando per la multiculturale Brick Lane, Camden town o per la “posh” Notting Hill, si trovano tantissimi negozi di articoli pre-loved dove poter scovare delle piccole gemme nascoste.

E’ proprio durante una delle mie lunghe camminate domenicali tra uno street-food ed una exhibition, che ho avuto l’ispirazione. Perché non creare una comunità inclusiva dove scambiarsi abiti ed accessori che magari sono fermi nell’armadio da anni, ma dei quali non abbiamo alcuna intenzione di disfarci?

Non ho dubitato neanche per un secondo riguardo ai possibili soci in questa avventura: Ahmed, ecologista per antonomasia ed Almudena, fashion-addict e sognatrice dal cuore green.

..E cosi dopo infiniti Zoom meetings, chat di WhatsApp intasate da vocali e foto, tutto ha iniziato a prendere forma e quello che ne è nato è proprio come lo avevamo sognato..

Non vediamo l’ora di iniziare a far Circolare la moda insieme!”